30 Ottobre 2020


VENTOTENE e SANTO STEFANO
Porta d'Europa, Isola della Pace - Città della Cultura 2019 della Regione Lazio

il Comune dell'Anno Memorabile - Insignito nel 2019 del Diploma d'Europa

Medaglia d'argento al valor civile

Il porto turistico

Il porto di accoglienza

Ventotene ha due porticcioli: quello romano più antico, scavato nel tufo dai Romani, e quello moderno costruito più di recente dove attracca il traghetto e l'aliscafo della LAZIOMAR e anche qualche panfilo che si ormeggia al pontile privato che si trova tra il luogo di attracco del traghetto e la spiaggia. La spiaggia ospita le barche a vela della Lega navale per la scuola di vela.
Di fronte al punto di attracco del traghetto c'è un bar dove si può far colazione e anche pranzo, luogo di intrattenimento di coloro che arrivano e partono.
Entrando nel porto romano c'è la prima vera accoglienza sull'isola. Ci sono negozi dove si possono acquistare prodotti tipici, ristoranti dove si possono gustare cibi del luogo, una pizzeria per chi ha fretta e preferisce un pasto più frugale, un carretto di un signore pieno di prodotti dell'isola da lui espressamente preparati con ricette antiche.
Poi ci sono le botteghe dei Diving con le mute appese e le bombole di ossigeno pronte per l'uso e le loro imbarcazioni per raggiungere i luoghi dove fare le immersioni.
Ci sono poi i tavolini dove si può prenotare la visita intorno all'isola, o la visita a Santo Stefano, quando è possibile.
La cosa più interessante sono le barche di quei pochi pescatori che sono legate al molo, sulle quali spesso si vede qualcuno che ripara le reti per la pesca.


I diving

Al porto romano ce ne sono diversi. Hanno le mute, le bombole e le barche e propongono immersioni interessanti per vedere i fondali nel canale tra Ventotene e Santo Stefano.

Il carretto dei prodotti dell'isola

Lo trovate sempre al solito posto alla fine del porto romano. Nel suo carretto sono in bella esposizione i prodotti dell'agricoltura dell'isola: pomodori, fave, carrube, olive, pomodori secchi, finocchietto selvatico, ecc. e della natura isolana e i prodotti che lui stesso prepara con ricette segrete di lunga tradizione fatte con spezie che lui mescola secondo un'esperienza pluriennale.

I pescatori

Si trovano sulle loro barche ormeggiate nel porto romano che si dondolano nelle acque limpide del porto. Nei mesi primaverili li trovi che dipingono le proprie imbarcazioni e le preparano per l'estate. Solitamente sono lì che riparano le loro reti e qualche volta, se si è fortunati si può assistere al momento in cui portano a terra il pescato.

Eventi
[<<] [Ottobre 2020] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Realizzazione siti web www.sitoper.it