24 Ottobre 2020


VENTOTENE e SANTO STEFANO
Porta d'Europa, Isola della Pace - Città della Cultura 2019 della Regione Lazio

il Comune dell'Anno Memorabile - Insignito nel 2019 del Diploma d'Europa

Medaglia d'argento al valor civile

Salvatore Morelli

Chi era Salvatore Morelli

Salvatore Morelli di Carovigno è stato in carcere ad Ischia, Ponza e Santo Stefano (Ventotene)
Il filantropo, seppur nella mente e nel corpo distrutto dalle carceri borboniche, considerate tra le più efferate, non perse mai la speranza delle proprie idee rivoluzionarie
Il prof Virgilio Estival,, nel suo libro " La Donna e la scienza" (del 1869 4 edizione) citerà la sua biografia e descriverà' anche gli anni vissuti su queste isole da relegato.
Qui egli cominciò a istruire le donne e i bambini a leggere e a scrivere.
Morelli inoltre durante questi anni di relegazione non smise mai un giorno di essere e di agire da patriota.
Grazie a un indomita patriota sempre pugliese, Antonietta de Pace, Morelli continuerà a scambiarsi notizie coi suoi fratelli di cella (Settembrini, Poerio Cesare Braico)
Morelli sempre su queste isole sarà anche un protagonista indiretto della famosa SPEDIZIONE DI SAPRI di Pisacane.
Venuto a conoscenza che il Pisacane preparava la storica spedizione, fa' preparare centinaia di bandiere nell’attesa dell’arrivo imminente dei compagni patrioti.
Venne scoperto e anche in questo caso torturato amaramente ..
E sarà sempre da qui che Morelli riuscirà a fornire tutte le notizie utili a LORD WAITIL (un Lord della Camera inglese) sulle brutalità delle carceri borboniche facendo sì che in seguito lo stesso Lord pubblicasse il suo testo divenuto poi famoso in tutta Europa sbugiardando la crudezza con la quale i Borboni gestivano il regno delle Due Sicilie e rendendosi autore della prima inchiesta giudiziaria contro le efferatezza del regime borbonico.
Un altro episodio che ricorda il vissuto di Morelli relegato a Ventotene e che caratterizza ancora una volta l’essere FILANTROPO del Morelli sarà il salvataggio di due ragazzini dalle acque burrascose del mare. .
La notizia del salvataggio di due vite arrivò al re Borbone tanto che per questo gesto gli volle concedere la Grazia. Egli la rifiutò in favore di un amico: "Padre di famiglia". e per questo fu ancora una volta torturato.
(note di Primarosa Saponaro)

Eventi
[<<] [Ottobre 2020] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Realizzazione siti web www.sitoper.it