24 Ottobre 2020


VENTOTENE e SANTO STEFANO
Porta d'Europa, Isola della Pace - Città della Cultura 2019 della Regione Lazio

il Comune dell'Anno Memorabile - Insignito nel 2019 del Diploma d'Europa

Medaglia d'argento al valor civile

Ventotene in musica

La Musica a Ventotene

Ventotene sembra fatta apposta per la Musica. Essa ispira i compositori a produrre Musica e i musicisti a organizzare manifestazioni musicali che sposino le caratteristiche dell'isola, la sua storia e la sua vocazione europea. Le due isole in mezzo al mare, battute dal vento e baciate dal sole, con le onde che si infrangono sugli scogli, d'inverno, e il canto delle berte, d'estate, già producono dei suoni meravigliosi producendo musica naturale.
Gli artisti che vengono attirati, come Ulisse, sulle due isole ne restano così ammaliati che non possono fare a meno di chiamare a raccolta i propri colleghi per condividere a mezzo della musica il piacere di vivere le emozioni che esse regalano.
Le pene sofferte da tutte le persone che sono state rinchiuse o confinate sulle due isole, ma anche l'anelito alla libertà che tutti loro hanno evocato, la stessa ispirazione a dar vita all'Europa per superare le guerre di tutti i tempi e dare un futuro ai giovani, sono tutti motivi che ispirano gli artisti e le loro musiche, ma anche la scelta di musiche da suonare nei luoghi-simbolo delle due isole: nei luoghi dell'epoca romana, nei luoghi del carcere di Santo Stefano, nei luoghi del Confino e del Manifesto.

Festival "Rumori nell'Isola"

Il festival "Rumori nell'Isola" è un festival jazz che si sviluppa sull'isola di Ventotene a partire dal 2000.
Esso è a cura di cittadini residenti sull'isola che ogni anno si impegnano per ospitare i migliori musicisti.
Il festival si tiene solitamente a settembre, in concomitanza con la settimana in cui a Ventotene si tiene la settimana di studi federalisti organizzata "dall'Istituto di Studi federalisti Altiero Spinelli".

Le edizioni di "Rumori nell'Isola"

Il Film della musica in mare - Rumori sull'Isola

Dimensione: 378,30 KB
Il Festival Internazionale "VENTOCLASSIC" nasce nel 2005 a Ventotene da un'idea del maestro Piero Viti., un musicista di fama internazionale nato a Napoli e diplomatosi al Conservatorio di Avellino, dove tuttora insegna.
Il Festival è organizzato dall'Accademia Mediterraneo Arte&Cultura, nata anch'essa nel 2005, con sede ad Aversa (dove Viti risiede) e a Ventotene (dove passa molto tempo della sua vita)iù affern.
Piero Viti è uno dei chitarristi più affermati a livello internazionale, ma si fa anche promotore della sua diffusione. Nel 2020 ha ottenuto il riconoscimento della "Chitarra d'oro" dal Festival internazionale di Chitarra di Milano.

VentoClassic ha l'originalità di coniugare la musica con i luoghi più significativi di Ventotene e Santo Stefano.
A Ventotene le manifestazioni musicali vengono solitamente organizzate nell'area archeologica (Cisterne, Porto) Si va progettando di organizzarle anche a Villa Giulia appena la si renderà accessibile per i concerti.
A Santo Stefano , nel 2012, si la manifestazione è stata organizzata nel reclusorio, sfruttando proprio la sua conformazione simile al teatro San Carlo di Napoli.
Dimensione: 264,03 KB
L'Associazione Mediterraneo Arte&Cultura, nasce ad Aversa, contestualmente alla nascita del Festival internazionale VentoClassic a Ventotene, entrambe promosse da Piero Viti, musicista di fama internazionale che vive tra Aversa e Ventotene.
L'Associazione nasce con l'intento di focalizzarsi sulla musica del settecento napoletano e su artisti come: Cimarosa, Jommelli, Andreozzi, Paisiello).
Essa, oltre ad organizzare il Festival internazionale VentoClassic, si fa promotrice di tante altre iniziative compresa quella di attivare programmi di accoglienza sull'isola di Ventotene di musicisti di fama che vengono a prepararsi per poi suonare per il pubblico presente sull'isola.
Quando il carcere di Santo Stefano sarà ristrutturato e reso agibile costituirà un luogo ideale per realizzare programmi di questo genere, raccogliendo per brevi periodi, artisti da tutto il mondo.

Le immagini di VentoClassic e dell'Associazione Mediterraneo Arte&Cultura

La musica di Andrea Bosso

Il maestro Andrea Bosso è di Ventotene figlio di una madre insegnante di pianoforte. Ha sposato una cantante lirica e passa qualche giorno d'estate a Ventotene quando è libero da impegni che lo portano in tutta Europa.
Dal 2019 Bosso ha pensato di dedicare la sua arte anche a Ventotene e assieme all'Amministrazione comunale ha organizzato un concerto lirico a piazza Castello, in una delle serate della Settimana di Studi federalisti che si tiene a Ventotene a settembre di ogni anno.
Naturalmente i brani scelti si sono ispirati alle musiche suonate in tutta Europa proprio per coinvolgere i giovani studenti che frequentavano il seminario e la comunità ventotenese sul tema Europa.
Nel 2020 ha portato a Ventotene, nello stesso periodo, un coro di 30 componenti che hanno cantato musiche italiane conosciute in tutta Europa.
Obiettivo di Andrea Bosso è quello di organizzare il Festival internazionale di Cori a Ventotene.
Eventi
[<<] [Ottobre 2020] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Realizzazione siti web www.sitoper.it