24 Ottobre 2020


VENTOTENE e SANTO STEFANO
Porta d'Europa, Isola della Pace - Città della Cultura 2019 della Regione Lazio

il Comune dell'Anno Memorabile - Insignito nel 2019 del Diploma d'Europa

Medaglia d'argento al valor civile

PROGETTO VOL - IL CONFINO POLITICO A VENTOTENE ON LINE

L'Ente finanziatore e l'Ente attuatore

Il progetto VOL "Il Confino politico a Ventotene on line" è stato finanziato dalla Regione Lazio nell'ambito del «Programma di attività della Regione Lazio concernente la Storia e la Memoria: Iniziative per la costruzione di un archivio della memoria storica del Lazio. Realizzato con il contributo della Regione Lazio Determinazione Dirigenziale 21 marzo 2019, n. G03290: Memoria di Giunta Regionale 23 ottobre 2018»


Il progetto è stato presentato dall'Istituto di Ricerca sulla Formazione-Intervento (www.formazioneintervento.it) che, in virtù del Protocollo d'Intesa sottoscritto con il Comune di Ventotene nel 2019, ha avvertito il dovere di implementare i meccanismi che consentano di conoscere maggiormente la storia del Confino e la scrittura del Manifesto, sia recandosi sull'isola che on line, consultando questo portale web.


Il progetto VOL (Il confino politico a Ventotene on line)

Il progetto VOL ha la finalità di rendere visibile:

- la città confinaria (che fu sostituita con un campo sportivo e un parcheggio),
- il percorso obbligato che potevano fare i Confinati all'interno del centro storico,
- la vita che facevano cittadini, guardie e confinati, raccontata dagli anziani ancora viventi,
- i personaggi che hanno redatto il Manifesto.

Il progetto è partito ad agosto 2019 ed è terminato a settembre 2020.

Le parti di cui si compone il progetto VOL sono pertanto:

1. La visualizzazione tridimensionale della città confinaria, realizzata dall'arch. Pascarella.

2. Il racconto della vita sull'isola in quell'epoca attraverso le parole di Altiero Spinelli e i ricordi di qualche isolano che, all'epoca del Confino, era un ragazzo, realizzato da Sara Sartori.

3. Il gruppo che ha formulato il Manifesto viene rappresentato dalla compagnia teatrale ALIBI, filmato da Fabrizio Casamassima.


Suggerimenti per come organizzare l'offerta culturale dell'isola al riguardo sono stati forniti da un gruppo di studiosi, ricercatori ed esperti di musei coordinati da Mirco Carrattieri e ospitati a Ventotene per guardare le varie componenti del patrimonio culturale delle due isole e confrontarsi con l'Amministrazione.

La storia del Confino nella cornice delle due isole (Ventotene e Santo Stefano) e nella storia d'Italia e dei Confini dei politici in ogni epoca è stata assicurata da due storici isolani (Gargiulo e Santilli).

Documenti e immagini sono stati acquisiti dalle numerose pubblicazioni, prime tra le quali quelle realizzate dalla casa editrice, la Nuova Spiaggia di Fabio Masi, e quelle conservate nella biblioteca comunale di Ventotene.

1. La ricostruzione della città confinaria

La città confinaria è stata costruita in fretta e furia quando il regime decise di concentrare a Ventotene gli antifascisti che erano stati collocati in altri luoghi rilevati meno sicuri per le fughe che si erano registrate. La soluzione Ventotene risultava ottimale sia per la sua lontananza dalla costa che per la riduzione dei costi di permanenza e sorveglianza.
Nel carcere vi erano i cameroni dove alloggiavano gli uomini e uno dove alloggiavano le donne.
Dopo la fine della guerra la struttura carceraria ha subito un rapido degrado costituendo un luogo di gioco dei bambini dell'isola.
L'Amministrazione decise quindi di abbatterli e costruire al loro posto un'area sportiva (campo sportivo, sala polivalente e ampio parcheggio) lasciando in piedi solo il palazzo dove oggi è ubicata la Guardia di Finanza.
Il lavoro che l'arch. Pascarella ha fatto è quello di ricostruire la città confinaria e l'interno dei cameroni rifacendosi alle poche foto che ancora si trovano, alle informazioni catastali del settore tecnico del Comune e ad alcune testimonianze dei pochi anziani che vivono sull'isola e che all'epoca del Confino erano dei ragazzi.



2. il film sul Gruppo del Manifesto

Il film è stato prodotto riprendendo la compagnia ALIBI di Tricase (LE) in un'opera teatrale appositamente organizzata in Piazza Castello a Ventotene . Il filmato, appositamente strutturato, è stato tradotto in CD a disposizione sia dell'Archivio storico di Ventotene che della Regione Lazio (erogatrice del finanziamento del progetto VOL).

=> FILM E' VISIBILE CLICCANDO SUL LINK SOTTOSTANTE:



3. I pensieri di Altiero Spinelli e i ricordi dei ventotenesi

Il progetto, curato da Sara Sartori, ha riguardato le voci di Altiero Spinelli, unite ai ricordi degli anziani di Ventotene, che accompagnano i visitatori lungo le vie che percorrevano i confinati.

Andando sull'isola, si possono ascoltare i dialoghi cliccano sui QRCode disposti nella parte inferiore dei cinque pannelli disposti nei punti cruciali della passeggiata dei confinati.

La realizzazione dei pannelli ed i contenuti che sono pubblicati su di essi, con il contributo di Filomena Gargiulo e Antony Santilli, sono stati realizzati con il finanziamento dell'Arcipelago Pontino sotto il coordinamento del consigliere comunale Aurelio Matrone.

Il progetto VOL ha colto l'opportunità della loro realizzazione e, per evitare una sovrapposizione, ha preferito inserire i QRcode con i dialoghi nella sezione inferiore degli stessi, così da avere nello stesso punto sia la parte informativa scritta che il racconto a voce.

Dimensione: 5,52 MB
I pannelli del Confino sono cinque e fanno parte di un gruppo di sedici pannelli realizzati dal Comune di Ventotene, con un finanziamento concesso dall'Arcipelago delle isole pontine, per segnare i percorsi significativi dell'isola. Il lavoro è stato seguito dal consigliere Aurelio Matrone. I contenuti dei pannelli sono il frutto del lavoro di Filomena Gargiulo e Antony Santilly.
Il progetto VOL ha approfittato del supporto consentito dai pannelli per inserirvi i QR Code attraverso i quali è possibile ascoltare alcuni pensieri di Altiero Spinelli sulla sua vita sull'isola, sul Manifesto, sul ritorno in libertà e alcune testimoniane di anziani ventotenesi (Giuseppe Verde e Benito Malingeri) che all'epoca del Confino erano ragazzi e ricordano personaggi e vicende dell'epoca.

Il consulto con gli esperti di archivi storici e musei della Memoria

Per lo sviluppo del progetto VOL, l' IRIFI ha invitato sull'isola degli esperti museali (Mirco Carrattieri, Paola E. Boccalatte, Elena Montanari e Luca Prestia) per verificare come attivare un rapporto proficuo tra le iniziative di breve termine e di limitato investimento sulla Memoria del Confino (VOL) ed il patrimonio culturale più in generale di cui il Comune di Ventotene dispone a Ventotene e a Santo Stefano nelle strutture che lo presidiano.

L’itinerario seguito è stato il seguente:
  • Il 23 gennaio: visita al Museo ornitologico con Sara Riello, direttore del Museo. A cena briefing con Antony Santilli (referente del Centro di documentazione sul confino), Sara Sartori (che lavora per il progetto VOL sui dialoghi) e Renato Di Gregorio (presidente IRIFI);
  • Il 24 gennaio: visita al Carcere di Santo Stefano e al Centro di documentazione sul Confino. Cena con il Sindaco Gerardo Santomauro, Antony Santilli, Renato Di Gregorio e parte dei Consiglieri comunali.
  • Il 25 gennaio lavoro di gruppo in Sala Consiglio per condividere le ipotesi scaturite dalla visita e dai dialoghi attivati.

La relazione conclusiva fornita dagli esperti ha dato diversi spunti interessanti per la gestione dell'ingente patrimonio che l'Isola possiede. Tra questi spiccano i seguenti:
- fare dell'isola un Ecomuseo includendo il tema e la storia del Confino all'interno del patrimonio complessivo
- coinvolgere la comunità locale che valuta solo il ritorno economico della scelta strategica di riesumare il Confino
- costruire una Governance capace di integrare le diverse parti del patrimonio culturale e gestirne l'insieme.

icona relativa a documento con estensione  
Dimensione: 16,00 KB
icona relativa a documento con estensione  
Dimensione: 16,00 KB
icona relativa a documento con estensione  
Dimensione: 16,00 KB
Eventi
[<<] [Ottobre 2020] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Realizzazione siti web www.sitoper.it